nice to meet you

















I was born on June 16th, 1978 under Gemini's Sky.
It was unusually cold outside. That's why I prefer the Winter.
My full name is Beatrice Tinarelli and I live in Bologna, Italy where I was born. Here everybody calls me Bea or Beaccia.
I am an only child, I never sleep wearing socks because I don't like my feet to feel hot and I don't like waking up early in the morning.
I can move my ears but I can't whistle.
My favourite colour is red but I love all of them, as long as they are properly matched: I am very fussy about this.
I have got memories of when I could not speak well, but I can't remember myself not drawing.
I have learned to speak the R letter when I was 3 (to italians is very important). That glorious moment is clear in my mind because my memories of this life began when I was a little more than 2.
At that time, my aunt began teaching me some english, for which I had a natural feel, so I grew up speaking two languages.
As a child I wanted to be an astronaut, the petrol station attendant or the man who sells candies on the beach, but I always knew that I would have just drawn - lucky me! - cartoons, comics, illustrations and the thing I could do better: my "puppets", as my granny used to say.
My first toys were the radio and the portable record player, though. And my records, which I never separated from.
Then the tapes came.
At 10 I started playing tennis, at 11 I took some piano lessons, but at 12 I turned to the guitar, since my fingers were not strong enough to play bass, which was my passion.
It was the time of the first cds.
At 14 I enrolled at the Art School of Bologna, where I learned almost everything I know.
As a teenager I dyed my hair in all colours except green. Then I discovered the dark and I never left, but actually my hair is brown with a ginger touch.
At 18 I flew for the first time in my life to Amsterdam and lived one month in London.
I spent the next year messing around in the Bologna Academy of Fine Art corridors. I consider it as my sabbatical year.
On June 5th, 1998 a small case of 45 starts my dj career off and my stage name is BettyBoop.
In the meantime, left the Academy, I joined the Anatomical Illustration School of Bologna.
At 22 I've got measles, at 23 my first computer and at 24 my first real job as a graphic designer.
In 2008, at age 30, I went to Berlin for the first time: it took my heart and changed my life for ever.
I'm going to tell the rest of the time to now on my blog :)


Sono nata il 16 giugno del 1978 sotto il cielo dei Gemelli. Faceva insolitamente freddo. Io, infatti, preferisco l'inverno.
Il mio nome per esteso è Beatrice Tinarelli e vivo a Bologna, dove sono nata. Qui tutti mi chiamano Bea oppure Beaccia.
Sono figlia unica, non dormo mai con i calzini perchè detesto avere caldo ai piedi e non mi piace alzarmi presto la mattina. So muovere le orecchie ma non so fischiare.
Il mio colore preferito è il rosso ma amo tutti i colori, purchè ben abbinati: sono molto pignola su questo.
Ho ricordi di quando ancora non parlavo bene, ma non ne ho di quando ancora non disegnavo.
Ho imparato a pronunciare la lettera R a 3 anni. Ho ben presente quel momento trionfale perchè inizio a ricordare questa vita da quando ne avevo poco più di 2. 
In quel periodo, mia zia incominciò ad insegnarmi un po' di inglese, per il quale ero in effetti portata, così sono cresciuta parlando due lingue.
Da bambina volevo fare l'astronauta, il benzinaio e l'omino che vende i canditi sulla spiaggia, ma ho sempre saputo che avrei solamente disegnato (una bella fortuna!) cartoni animati, fumetti, illustrazioni oppure la cosa che sapevo fare meglio: i miei pupazzini, come li chiamava mia nonna. 
I miei primi giocattoli, però, sono stati la radio e il mangiadischi. E i miei dischi, dai quali non mi separavo mai. 
Poi sono arrivate le cassette. 
A 10 anni ho iniziato a giocare a tennis, a 11 ho preso qualche lezione di pianoforte. Ma poi, a 12, mi sono data alla chitarra, non avendo le dita abbastanza robuste per suonare il basso, che invece è sempre stata la mia passione. Era il tempo dei primi cd.
A 14 anni ero iscritta al Liceo Artistico di Bologna, dove ho imparato quasi tutto quello che so.
Dai 15 ai 18 anni ho avuto i capelli di tutti i colori tranne il verde. Poi ho scoperto il bruno e non l'ho più lasciato. In realtà, i miei capelli sono castani con una punta di rosso.
A 18 anni ho preso il primo aereo della mia vita, per Amsterdam, e ho vissuto un mese a Londra.
Ho trascorso l'anno seguente cazzeggiando nei corridoi dell' Accademia di Belle Arti di Bologna. Lo considero il mio anno sabbatico.
Il 5 giugno del 1998 una valigetta di 45 giri inaugura la mia carriera di dj ed il mio nome d'arte è BettyBoop
Nel frattempo, lasciata l'Accademia, mi sono iscritta alla Scuola Superiore di Disegno Anatomico di Bologna.
A 22 anni ho avuto il morbillo, a 23 il mio primo computer e a 24 il mio primo lavoro come grafica.
Nel 2008, a 30 anni, sono andata per la prima volta a Berlino e me ne sono innamorata. Da allora la mia vita è cambiata.
Il resto del tempo fino ad oggi lo sto raccontando sul mio blog :)